Comunicazione

Consultazione

Login



PSS
Home Archivio News San Costantino e la Madonna della Stella. Ovvero: come il bene trionfa sul male
San Costantino e la Madonna della Stella. Ovvero: come il bene trionfa sul male

Anche quest’anno la piazza di San Costantino Albanese, in occasione dei festeggiamenti della Madonna della Stella era gremita di gente, accorsa per assistere  all’ accensione dei caratteristici  Nusazit (pupazzi di carta pesta).
La festa, che è stata celebrata la seconda domenica di maggio, come di consueto, dopo una preparazione durata tre settimane, ha attirato numerosi turisti. Le celebrazioni liturgiche ordinarie sono iniziate alle 10: 00 e al termine delle quali ha avuto luogo la processione, che è giunta fino alla Chiesa della Madonna della Stella, ma non prima che la caratteristica tradizione dell’ accensione dei pupazzi avesse luogo. La folla attendeva trepidante l’ uscita della processione che è avvenuta pochi minuti dopo le ore 12:00. Al centro dell’ attenzione è la Madonna della Stella; in effetti, San Costantino è un paese di fede greco-bizantina, la statua era  stata trasferita

nella Chiesa parrocchiale tre domeniche prima e dinanzi ad essa è avvenuta come ogni anno, la tanto attesa accensione dei pupazzi. Questa tradizione risale probabilmente ai primi anni del 1900 e sarebbe stata introdotta da “Peppino Chiaffitella” ex colonnello  dell’ esercito messicano, quando rientrò dal Messico, dove era emigrato. Essa ha da sempre attirato l’ attenzione di tanti visitatori, sia dei paesi limitrofi che di quelli più distanti e continua a farlo ancora oggi. I pupazzi sono stati posti su un palco, nella piazza principale del paese e posti di fronte alla Chiesa e  alla Madonna, essi erano stati riempiti di polvere pirica e razzi al fine di generare un moto rotatorio e la loro detonazione finale.


 



 Design/Project by Armando Arleo -  ©  Programma Speciale Senisese since 2010